Chi Siamo

Avis Provinciale Varese: dal 1959 a fianco di chi dona

L’Avis Provinciale Varese è stata fondata nel 1959 e raccoglie oggi 43 Avis Comunali e una Avis Sovracomunale, per un totale di circa 700 dirigenti e 24 mila donatori.
L’obiettivo di Avis provinciale è quello di promuovere la donazione di sangue favorendo il raggiungimento dell’autosufficienza di sangue, e dei suoi derivati, con i massimi livelli di sicurezza trasfusionale possibile, al fine di tutelare il diritto alla salute dei donatori e di coloro che hanno necessità di essere sottoposti a terapia trasfusionale. Inoltre Avis provinciale promuove l’informazione e l’educazione sanitaria dei cittadini e contribuisce alla diffusione della cultura del dono e del volontariato.

Scopo di Avis Provinciale Varese è inoltre quello di coordinare le strutture associative del territorio sia per fornire servizi, sia per dare uniformità operativa e aiutare uno sviluppo omogeneo delle attività.
La struttura provinciale ha infine il compito di rappresentare i propri associati nei confronti di tutti i soggetti istituzionali, pubblici e privati, a livello territoriale.

Un po' di storia dell'Avis

L’Avis (Associazione Volontari Italiani del Sangue) è nata grazie all’iniziativa di un giovane medico, che nel 1926 a Milano assistette impotente alla morte di una donna per emorragia da parto; quando la donna era ancora agonizzante risultò inutile la corsa da un ospedale all’altro della città, nella disperata ricerca, senza trovarlo, di quel sangue che l’avrebbe potuta salvare. Quella morte è stata trasformata in seme di vita.
Il dottor Vittorio Formentano, così si chiamava quel medico, lanciò un appello per costituire un gruppo di volontari per la donazione di sangue. All’invito risposero 17 persone che si riunirono nel 1927, dando vita alla prima Associazione Italiana di Volontari del Sangue.
Oggi, quei 17 donatori volontari sono diventati oltre un milione e duecento mila. Il dono di queste donne e di questi uomini è un bene insostituibile, perché è attraverso il dono del sangue, che viene garantito un importante messaggio di solidarietà umana e di cultura civile.

Organigramma 2017-2020

Il Consiglio Direttivo, eletto dall’Assemblea ed esercitante i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, è così composto:

dall’Ufficio di Presidenza

Presidente: Gianpiero Badanai
Vicepresidente Vicario: Vincenzo Saturni
Vicepresidente: Alessandro Perfetti
Segretario: Giorgio Trombetti
Tesoriere: Paolo Henin

e dai Consiglieri :

Basile Luca, Bonfanti Liana, Broggi Giovanni, Caravati Roberto, Cardani Aldo, Casiraghi David,e Dellea Raffaella, Forgione Federico, Garbin Marco, Marantelli Sonia, Mariani Marzio, Noseda Roberto, Perfetti Alessandro, Politi Franco, Redemagni Serena, Scattorelli Giuseppe, Zingaro Ivan.

Il Comitato Esecutivo, nominato dal Consiglio su proposta del Presidente, delibera autonomamente sugli argomenti di sua competenza, esegue le delibere del Consiglio, assume le decisioni urgenti.
Il Collegio Revisione dei Conti viene eletto dall’Assemblea, esercita l’attività di controllo degli atti contabili e fiscali del Consiglio Direttivo della propria struttura ed è composto da:
Gino Soana, Alberto Domanico, Attilio Bati.

La Commissione Verifica Poteri si occupa di accertare ed attestare gli aventi diritto al voto assembleare degli associati persone fisiche e dei rappresentanti legali dei soci aventi personalità giuridica ed è composta da:
Presidente: Martin Claudio
Segretaria: Squizzato Vanessa
Componenti: Cantaluppi Fedele, Redemagni Serena, Zingaro Ivan.